Monthly Archives: luglio 2018

30Lug/18

Intervista a Natascia Pane – No Limits

Oggi per la rubrica "Genitori che portano il Cambiamento" Daniela ha intervistato Natascia Pane, Talent Coach, ipnotista e autrice di libri dedicati all’esplorazione e
valorizzazione dei propri Talenti personali, tra i quali l’ultimo successo, “No Limits” pubblicato da Uno Editori. Autrice di videocorsi per Mindvalley, dirige la più prestigiosa testata giornalistica italiana dedicata al mondo del Coaching: CoachMag, il Magazine del Coaching. Insiema a Natascia, madre di Noa di 17 mesi, Daniela ha approfondito:

  • Come passare dal pensiero di svolgere la propria professione "nonostante i figli" al pensiero di farlo "con i nostri figli come motore"
  • Come attraverso la maternità si possa avere il coraggio di fare scelte più adatte per se stessi e per la propria famiglia
  • Come sia possibile ottimizzare il tempo da dedicare al lavoro senza perdere di efficacia, ma gestendo al meglio il proprio tempo per poter vivere appieno la famiglia con presenza e attenzione.
  • Come affrontare in maniera positiva il preconcetto di molti, per i quali donna con figli=donna non più affidabile sul lavoro e che si è data la zappa suoi piedi nel raggiungimento di una florida carriera.
  • Come imparare a chiedere aiuto per svolgere tue faccende domestiche, quando proprio non ce la fai, senza sentirti in colpa e accettando i tuoi limiti

Se ancora non hai letto il successo editoriale di Natascia Pane "No Limits" acquistalo cliccando sulla copertina con il 15% di sconto:

no-limits-137121

16Lug/18

Intervista a Carlo Gervasi – Anatomia Emozionale

Per la rubrica "Genitori che portano il cambiamento" oggi intervistiamo Carlo Gervasi, autore del libro Anatomia Emozionale. Carlo è un Terapista corporeo, naturopata, iridologo e papà di tre bambini. Teniamo particolarmente a questa intervista perchè Carlo, oltre ad essere un amico, è uno dei nostri mentori, ossia una delle persone a cui dobbiamo l'inizio del nostro cammino alla scoperta di noi stessi circa 8 anni fa.

In questa intervista Carlo ci spiega che:

– ogni parte del nostro corpo rivela un messaggio che aspetta solo di essere compreso

– il contatto fisico con i nostri figli attraverso il gioco, permette a noi e loro di avere maggiore consapevolezza di sè

– un bambino educato in un ambiente flessibile e perlopiù libero da condizionamenti, cresce in maniera equilibrata e questo si può osservare dal suo corpo e dalla sua postura

– possiamo avere maggiore consapevolezza di noi stessi attraverso l'osservazione dei nostri figli, perchè il loro fisico rivela ciò che di noi gli abbiamo trasferito in maniera inconsapevole

– l'obiettivo della famiglia è quello di trasformarsi da clan, in gruppo di invidui paralleli e indipendenti

Se ancora non hai acquistato Anatomia Emozionale puoi farlo cliccando sulla copertina qui sotto:

imminsrz1anatomia